SOTTOMARINA E CHIOGGIA

SOTTOMARINA





Sottomarina (in lingua veneta Marina) è un'importante località turistica e frazione del comune di Chioggia (VE)

L'abitato ha antiche origini: alla fine del VII secolo era denominato Clodia minor.
Il borgo era governato da un tribuno e poteva contare su importanti chiese, un ospedale e un castello a torre. Quella che doveva presentarsi come una sottile striscia di terra a sud della laguna era collegata con Chioggia attraverso un ponte in muratura che per il canal Lusenzo raggiungeva l'isola di San Domenico.
La conformazione territoriale di Sottomarina subì numerose trasformazioni nel corso dei secoli: completamente distrutta nel 1379 durante la guerra tra genovesi e veneziani, Sottomarina rimase disabitata e soggetta a continue inondazioni per la scomparsa delle difese a mare. La ricostruzione avvenne nella seconda metà del XVII secolo.
Alla fine del XIX secolo il fiume Brenta venne deviato, e durante gli anni trenta fu costruita la diga sud del porto di Chioggia (San Felice); gli apporti detritici allargarono di molti metri il litorale, trasformando nuovamente il territorio. Attualmente la spiaggia e la zona turistica di Sottomarina sono attrezzate con alberghi, campeggi e residenze private per migliaia di posti letto.


Appartamenti Clodia Minor sono situati nella parte centrale del litorale di Sottomarina di fronte il mare,in posizione tranquilla a pochi metri dalla spiaggia.


La spiaggia di Sottomarina lunga circa sei kilometri e con una profondità che in alcuni tratti raggiunge anche i 300 metri, è caratterizzata e apprezzata in tutto il Litorale per la qualità della sua sabbia finissima,(ricca di augite, quarzo, silicati ed elementi micacei),particolarmente consigliata per cure eliopsammoterapiche e per una splendida abbronzatura.
La sua ampia e accogliente battigia è, senza dubbio, ideale per lunghe passeggiate e per far divertire i bambini e rilassare i più grandi.
Sottomarina è collocata in una posizione strategica per visitare le più importanti mete turistiche del Veneto come Venezia, Chioggia "la piccola Venezia", Padova, Ravenna, le Ville Venete, oppure per escursioni naturalistiche al Delta del Po, al Bosco Nordio…




CHIOGGIA

La leggenda delle origini di Chioggia narra che Antenore, fuggito da Troia dopo la sua sconfitta, trovò rifugio nelle coste del Mar Adriatico assieme ad Aquilio e Clodio, anch'essi fuggitivi. La leggenda si dirama poi in tre parti: Aquilio, Antenore e Clodio fondarono rispettivamente le comunità di Aquileia, Padova e Clodia. Per quest'ultima, Clodio scelse come stemma un leone rampante rosso a ricordo di Troia. Il nome Clodia poi cambiò nei secoli in Cluza, Clugia e quindi Chiozza, per arrivare infine all'attuale toponimo Chioggia.

L'orologio della torre di S.Andrea, al secondo posto tra gli orologi più antichi del mondo, poiché preceduto di alcuni mesi da quello bretone, situato a Salisbury, Gran Bretagna
Chioggia è di origine romana, ne resta il tipico reticolato geometrico nella topografia urbana, e faceva parte di una più estesa centuriazione che comprendeva l'intera area della laguna di Venezia.
I documenti più vecchi sono attribuiti al V secolo d.C., quando la città era parte di una provincia dell'impero bizantino. Nel medioevo la città ebbe una propria autonomia comunale e nel 1110 divenne anche sede episcopale.
Palazzi in stile veneziano dai colori vivaci si affacciano sul Canal Vena, che taglia longitudinalmente Chioggia ed è uno dei più pittoreschi della città
Nel 1379 la città cadde in mano a Genova, per poi essere riconquistata dall'intervento veneziano nel 1380.
Chioggia fece parte della Repubblica di Venezia fino al 1797, anno in cui cadde in mano alle truppe di Napoleone Bonaparte.
In seguito al trattato di Campoformio, nel 1798, la città passò in mano all'Austria, a cui rimase tranne per un breve periodo in cui subentrarono nuovamente i francesi, fino al 1866, anno in cui Chioggia venne annessa al nascente Stato Italiano alla fine della terza guerra di indipendenza, quando, malgrado le sconfitte militari subite dalle forze italiane, con la notevole eccezione delle formazioni garibaldine, grazie all'alleanza con la Prussia, il governo austriaco fu costretto a cedere il Veneto e parte del l'odierno nordest all'Italia.
Durante la seconda guerra mondiale rischiò il bombardamento a tappeto da parte dell'aviazione alleata. Solo grazie alla rivolta dei cittadini i nazifascisti si arresero e il 27 aprile 1945 la città venne liberata dalle forze alleate.


Particolarità dei cognomi


Chioggia rappresenta un caso demografico unico in Italia: l'elevatissimo tasso di omonimia tra i due cognomi principali, Boscolo e Tiozzo, ha indotto l'ufficializzazione nel registro dell'anagrafe dei soprannomi, tipici di tutto il Veneto e utilizzati popolarmente per distinguere i vari rami di una stessa famiglia. In ogni documento ufficiale, patente di guida e carta d'identità compresi, questi soprannomi - alcuni dei quali molto bizzarri - vengono dunque inseriti a tutti gli effetti di legge, accompagnando la vita giuridica dell'interessato.


Feste e manifestazioni

• In maggio si svolge la tradizionale Festa Popolare dedicata a Maria Ausiliatrice presso l'oratorio salesiano sito nella zona sud della città.
• In giugno:
11 giugno festa dei SS.Patroni Felice e Fortunato;
rievocazione storica in stile medievale (La Marciliana) con cortei storici e competizioni tra le antiche "contrade".
• In luglio:
 la Sagra del Pesce attrae numerosissimi turisti che possono scegliere tra ben 4 stand gastronomici menu caratteristici chioggiotti.
fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Sottomarina&oldid=28301984